MAPPA: Piano Regolatore Generale di ROMA con Legenda Unificata

Piano Regolatore Generale del comune di ROMA con Legenda Unificata. L'intento principale della mappa risiede nella possibilità di disporre di un quadro generale della pianificazione comunale che consenta di ragionare in termini di aggregazione e di confronto tra i diversi Piani.

Approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione 18 del 12/2/08, con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio, avvenuta il 14 marzo 2008- il nuovo Piano Regolatore diventa vigente.

Principi cardine sono:

  • orizzonte metropolitano;
  • decentramento e policentrismo;
  • tutela ambientale e del patrimonio storico-culturale;
  • più servizi e funzioni urbane per le periferie;
  • cura del ferro;

Il nuovo Piano Regolatore Generale di Roma si pone in sostanziale compatibilità ai suoi obiettivi.
In particolare, il NPRG prevede azioni programmatiche che riguardano il sistema relazionale relativamente al rafforzamento del sistema dei nodi di scambio e a quello della rete ferroviaria, con l’obiettivo di migliorare complessivamente il sistema della mobilità urbana, cercando peraltro di incentivare l’utilizzo del sistema di trasporto pubblico con probabili ricadute positive in ambito urbano.
Ulteriori interventi che il NPRG mette in campo riguardano il sistema insediativo con particolare riguardo ai servizi ed alla residenza.

In tale ambito di intervento il Piano pone precisi obiettivi circa il rafforzamento dell’armatura urbana dei servizi pubblici attualmente, ancorché di poco, sottodimensionati rispetto ai limiti imposti dal DI 1444/68. Infine, ma non per importanza, si segnalano le azioni di Piano relativamente al sistema ambientale, con l’adozione di precisi obiettivi circa la salvaguardia e valorizzazione del sistema ambientale, che attribuiscono al Piano precisi connotati circa il principio di sostenibilità ambientale dello stesso.

La rilettura della Città di Roma, operata dal nuovo Piano riorganizza, dunque, in modo definitivo, a partire dai tre grandi ambiti territoriali del Piano delle certezze, l’intero territorio comunale come "Sistema di città contigue" diversamente intersecato dal Sistema ambientale e dal Sistema dei servizi e delle infrastrutture.

L’ambito della città consolidata del Piano delle certezze viene dunque fortemente ampliato e sostituito dalla città storica (5.000 ha di tessuti) e dalla città consolidata (10.800 ha); l’ambito della città da completare e trasformare, dalla città da ristrutturare (9.200 ha) e dalla città della trasformazione (8.700 ha), cui vanno aggiunte le centralità urbane e metropolitane (2.300 ha), gli ambiti di riserva a trasformabilità vincolata (200 ha) e il sistema dei servizi pubblici generali (5.000 ha). Infine, l’ambito del territorio extraurbano viene ulteriormente incrementato passando dagli originari 82.800 ettari agli attuali 87.800 5 del Sistema ambientale.

RASTER - ORTOFOTO del 2011
Egeos 2011
RASTER - Carta Tecnica Regionale del 2000
Carta Tecnica Regionale (2000-02)
URBANISTICA - Piano Regolatore Generali del Comune di Roma
Piano Regolatore Generale di ROMA con Legenda Unificata
Vai al portale istituzionale Vai al questionario sull'uso della bicicletta Vai al sito del PTPG Vai al sito del PROVIS Vai al sito del Dipartimento VI-